Interior design

Quattro proposte di decor per il nuovo Settantotto

Quattro proposte di decor per il nuovo Settantotto

La tua idea di bellezza

Quale idea di bellezza ti ispira di più? Quella notturna e hi-tech di Milano, quella audace di Venezia, quella classica di Roma, quella solare ed essenziale di Siracusa?

Christian Grande in collaborazione con i designer del Centro Studi Ricerche di Cranchi Yachts ha creato quattro diverse proposte di decor per rendere inconfondibile l'interior design del nuovo Cranchi Settantotto. Ogni armatore potrà così scegliere lo stile e il mood che più soddisfano i suoi gusti.

Tutte le proposte sono ispirate a un'idea di bellezza profondamente italiana, con scelte materiche e cromatiche che rivelano un gusto raffinato e regalano agli ambienti un tono di calda e rilassata eleganza con uno stile classico e contemporaneo al tempo stesso.


Decor Siracusa

Una proposta dall'eleganza sobria ed essenziale. I contrasti tra superfici chiare e scure esaltano la luminosità naturale degli ambienti e sottolineano il design lineare e pulito del Settantotto. Laccati lucidi chiari con bordi neri, pavimenti in rovere wengè accostati al rovere chiaro delle superfici verticali, marmi luminosi e tessuti nei toni del tortora: a bordo dello yacht una sensazione di benessere ci pervade immediata e sublime.


Decor Milano

La città che non dorme mai, sempre proiettata verso il futuro, ha ispirato un decor contemporaneo e armonico, caratterizzato dai segni forti dei metalli bruniti, in cui l'alluminio e l'acciaio con effetto nickel brillano per eleganza.


Decor Roma

La vera bellezza è eterna. Le essenze e gli eleganti tessuti usati anche per le superfici verticali richiamano i toni delle terre italiane mentre i marmi striati danno un inconfondibile tocco classico agli ambienti.


Decor Venezia

A me gli occhi. Venezia ci ammalia, ci seduce, ci attrae. La sua bellezza audace ha ispirato un decor con accenti sorprendenti: la pelle e i laccati arancioni, i marmi dai toni caldi, i vetri specchianti con riflessioni ambrate e i vivaci contrasti tra superfici lucide e opache. Un vero colpo di fulmine.

 


Settantotto