Migliorare ogni giorno. Da 150 anni

La storia di Cranchi Yachts

La storia di Cranchi Yachts

Crescere sempre. Migliorare ogni giorno. Da 150 anni

La natura è la migliore delle maestre. Ci insegna a trarre forza dalle nostre radici, e a usare quella forza per svilupparci. Ci insegna che vivere significa crescere.


La saga di Cranchi Yachts è un appassionante percorso di evoluzione, un viaggio lungo i decenni, segnato da intuizioni e slanci in avanti, ispirati da chi prima di noi ha scritto la storia del Cantiere e guidati dalla volontà di migliorarsi ogni giorno.


150 anni di design, innovazione e yacht iconici

1866

Giovanni Cranchi apre la sua prima bottega sulle sponde del Lago di Como.

1870

Registrazione dell’impresa: inizia ufficialmente la storia di Cranchi.

1932

Sono passate due generazioni: ora il cantiere è a Brienno, dove inizierà la produzione in serie di barche in legno.

1970

Tullio Monzino entra in società con Aldo Cranchi, rappresentante della 4° generazione.

Il cantiere è ora a Piantedo, e qui cresce in spazi e capacità produttiva.

Nel nuovo cantiere, l’innovazione non conosce soste: nel design, nella scelta dei materiali, nei processi produttivi.

1997

Si inaugura in Friuli il Marine Test Centre, una darsena di 3.000 m2 per le prove in acqua dell’intera gamma Cranchi.

2006

Il cantiere si trasforma in società di capitali

2009

Entra in funzione il Seventy Plant 4, il cantiere per la produzione di imbarcazioni da diporto con il più alto livello di automazione al mondo.
Le linee di assemblaggio del nuovo stabilimento permettono la produzione in serie di yacht fino a 78 piedi.

2020

150 anni di storia. Cranchi Yachts celebra lo straordinario anniversario con la presentazione della sua nuova ammiraglia, Cranchi Settantotto.